martedì 27 aprile 2010

A R R I V E D E R C I

Arrivederci, sguardi intensi

di giovani in ansia

per un avventuroso futuro,

preparato sui banchi di scuola.

Arrivederci, pensieri profondi,

sgorgati e scritti

su pagine bianche

pronte a narrare il futuro.

Arrivederci, sorrisi sinceri,

epitome di gioia interiore,

sensibilmente suscitata

nei serrati confronti.

Arrivederci, aule piene

d’innumerevoli ricordi,

preziosa eredità

di diffusa cultura.

Arrivederci, aperti cortili,

dove i problemi si affrontano

alla limpida luce del sole,

che, sempre riscalda i cuori.

Arrivederci, camera caritatis

di ponderati giudizi

su impreviste giovanili svolte,

giudicate turbamenti necessari.

Arrivederci, scuola di vita,

crescita perenne d’ideali fecondi,

sviluppati anche in calendari,

talvolta per caso obliati.

Nessun commento:

Posta un commento